Come circolare in Italia con targa straniera

Tramite: O2O 09/06/2020
Difficoltà: facile
16
Introduzione

Moltissime sono le automobili con targa straniera che attraversano il suolo italiano per diverse ragioni. Il conducente è un cittadino italiano che ha acquistato il veicolo all'estero, oppure è straniero in visita di piacere o ancora, si trova nel bel paese per lavoro. In questi casi come ci si regolamenta?Seguite questa guida e capirete qual è la procedura da rispettare per circolare in Italia in queste condizioni. La legge è piuttosto severa al riguardo, anche in virtù delle recenti modifiche che sono state apportate dal punto di vista normativo. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come circolare in Italia con targa straniera, rispettando tutte le norme vigenti che, come detto, sono cambiate più volte in questi ultimi anni. Vediamo comunque cosa è opportuno fare.

26
Occorrente
  • Auto immatricolata all'estero
  • Foglio provvisorio di circolazione
36

Valutare la tipologia del veicolo

Innanzitutto, una importante precisazione: le norme che vi illustreremo, valgono per qualsiasi veicolo provvisto di targa straniera, sia esso un camion, un motociclo o una semplice automobile. Vediamo per prima cosa, in che modo si orientava la legge fino a qualche mese fa. In base a quanto stabiliva l'articolo 132 del Codice della strada, se entravate in Italia con uno di questi mezzi, potevate circolare liberamente per un anno intero. Il periodo decorreva dalla data di ingresso certificata alla dogana. Terminati i trecentosessantacinque giorni, dovevate immatricolare la vettura nel nuovo paese di circolazione. Quindi, occorreva recarsi alla Motorizzazione Civile per fare la specifica richiesta. A quel punto ricevevate un foglio provvisorio, vista la scadenza del tempo in cui era possibile circolare senza particolari autorizzazioni, che poi era sostituito da uno definitivo.

46

Consultare le vecchie normative

A quel punto, il vostro mezzo diventava italiano a tutti gli effetti e potevate usarlo nel paese come e quanto volevate. Tuttavia erano presenti alcune disposizioni molto rilevati alle quale ogni automobilista di una vettura con targa straniera doveva attenersi. Di cosa si tratta? Finché si manteneva la targa straniera, era necessario assicurare e revisionare il veicolo, seguendo le disposizioni materia emanate dalla legge italiana.Come detto, tutto ciò avveniva prima dell'entrata in vigore delle nuove norme, che stabiliscono ora vincoli ancora più stringenti per tutti coloro che desiderano circolare nel nostro paese a bordo di un'auto con targa straniera. Nel prossimo paragrafo analizzeremo le tante novità che hanno rivoluzionato il settore.

56

Rispettare il contenuto del nuovo Decreto Sicurezza

Le nuove norme introdotte dal recente Decreto Sicurezza, apportano come accennato alcune fondamentali novità sulla questione, ponendo in essere una regolamentazione tutta nuova e, forse, decisamente meno frammentata. Oggi è previsto il divieto di circolare sulle nostre strade con veicoli immatricolati all?estero per tutti coloro che sono residenti in Italia da più di 60 giorni. Il Decreto Sicurezza, che è entrato in vigore dallo scorso dicembre, ha di fatto modificato il contenuto degli articoli 93 e 132 del Codice della Strada nel senso che vi abbiamo appena descritto. Ma non solo: tale Decreto prevede significative limitazioni e sanzioni più severe per tutti quegli automobilisti che, risiedendo in Italia, vengono sorpresi dalle autorità di pubblica sicurezza alla guida di una vettura immatricolata all?estero.

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Una vettura con targa estera deve essere guidata da un soggetto che non risiede in Italia ma solo per un tempo massimo di 1 anno dal momento nel quale il veicolo entra in Italia
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Auto

Come avere la targa personalizzata

Tutti gli italiani hanno una particolare venerazione per la propria automobile. Oltre a prendersene cura con grande assiduità, sono numerosi gli oggetti che vengono utilizzati per personalizzarla: dai peluches agli adesivi, sono numerosi gli elementi...
Auto

Come montare una targa per automobili

Può capitare di dover cambiare o rimontare la targa della propria automobile, si tratta di una procedura piuttosto semplice e che non richiederà troppo tempo, o attrezzi particolari, a condizione di trovarsi in uno spazio adeguato per poterlo fare,...
Auto

Come avere una targa prova

La targa prova è un particolare tipo di targa destinato all'utilizzo di veicoli temporaneamente sprovvisti di quella ordinaria, utilizzabile per prove tecniche, collaudi, dimostrazioni oppure per vendita o allestimento. Ad esempio, quante volte capita...
Auto

Come cambiare targa dell'auto

Con il passare del tempo, l'attrito e l'usura in generale sono motivi sufficienti per cambiare la targa del nostro veicolo, perché come indicato dalla legge italiana avere la targa in cattive condizioni può comportare una multa fino a € 200, per la...
Auto

Come verniciare la targa dell'auto

Dipingere una targa, sia che lo si faccia a scopo di restauro o altro, non è un compito facile. La verniciatura su metallo richiede una procedura speciale, soprattutto se è esposto a varie condizioni atmosferiche, può arrugginire abbastanza facilmente....
Auto

Come sapere se è stata rinvenuta una targa auto smarrita

La legge prevede che le targhe vengano correttamente installate su qualsiasi veicolo immatricolato e che siano chiaramente visibili da una distanza di 20 metri. Se la targa, o meglio il numero di targa, è stato danneggiato, distrutto, rubato o smarrito,...
Auto

Come risalire al proprietario dalla targa dell'auto

Può accadere a chiunque, purtroppo, di subire un incidente o un semplice danno senza alcuna colpa e di rimanere sgomenti a guardare il colpevole allontanarsi a tutta velocità. In questo caso, occorre non farsi prendere dal panico e ricordare che è...
Auto

Come risalire dalla targa all’assicurazione

Se vi è capitato di incorrere in un incidente in cui la controparte non ha avuto il buon senso di fermarsi nonostante abbia provocato il danno ma siete riusciti a prendere il suo numero di targa, è possibile risalire alla sua polizza assicurativa RCA...